Milanese di nascita, sono venuto alla luce una notte buia e tempestosa dell’anno domini MCMLXXVIII (1978).

Un’infanzia felice, trascorsa con la vista della Magneti-Marelli a Sesto San Giovanni, ha fatto crescere dentro l’amore per la natura, il verde ma anche il mare e la buona cucina, passione che non ho perso con il  passare degli anni.

 

Dopo il tenero quinquennio del liceo, felice e spensierato come un mazzo di ortiche sotto le ascelle, che ho trascorso tra il periodo d’oro del metal e gli amori adolescenziali, si sono aperte le porte della conoscenza universitaria, dove con goliardica dedizione ne sono uscito ornato di corona d’alloro.

Passo le giornate tra amori impossibili e racconti di fantascienza, scoprendo giochi nuovi che prima o poi mi stufano sempre. Raccolgo fiori, passeggio e mi capita spesso di inciampare.

Amo leggere ma non per più di qualche minuto e vedo film, faccio cose.

Ho un conto in banca che devo rifornire, di tanto in tanto. Lo faccio con un apparecchio elettomeccanico che va tenuto tra le mani, molto bello e sofisticato, che so ben poco a cosa serva.

1/10